Sperone Palermo

Sarà l’artista argentino Francisco Bosoletti, celebre per le sue opere “al negativo”, a realizzare la prossima Natività all’interno della XIV edizione del progetto Next, ideato dall’Associazione Amici dei Musei Siciliani nel tentativo di esorcizzare attraverso l’arte il clamoroso furto del capolavoro di Caravaggio dall’oratorio di S.Lorenzo, uno degli eventi più drammatici della storia del nostro patrimonio culturale, una ferita ancora aperta, che attende con speranza un possibile risanamento.

Per la prima volta l’opera sarà realizzata e presentata al di fuori degli spazi dell’oratorio all’interno del Parco di Arte Urbana nel quartiere Sperone di Palermo grazie all’alleanza creativa tra l’Associazione Amici dei Musei Siciliani, Sperone167 e l’Accademia di Belle Arti di Palermo, che quest’anno celebra il 240° anniversario della sua fondazione; il giorno di Natale verrà scritto un nuovo capitolo di resistenza artistica mentre l’inedito palcoscenico dello Sperone si arricchirà di una nuova opera che denuncia la negazione dei diritti, contribuendo a una narrazione differente del territorio attraverso l’arte, nutrimento estetico per i sensi e l’anima, ma anche strumento che accende le coscienze, generando una rivoluzione gentile.

L’opera sarà presentata alla città il 25 dicembre alle h 11:00, con una performance dell’attore e cantastorie Salvo Piparo, che narrerà un cunto tratto da “Il Furto del Caravaggio”.
Il murale che sarà realizzato dall’artista sudamericano in Viale Giuseppe Di Vittorio sarà il decimo nel quartiere dopo gli interventi di Chekos Art, Igor Scalisi Palminteri, Medianeras, Millo, Nino Carlotta, Rosk.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *