Fudda Fest Palermo

Il Fudda Fest pronto a invadere con la sua gioia e i suoi sapori le strade di Palermo. Questa sarà dal 26 al 29 ottobre il palcoscenico di un’esperienza culinaria e culturale straordinaria e che delizierà sicuramente i visitatori.

Il centro della manifestazione sarà a Piazza Camilleri, in via Amari all’altezza della Camera di Commercio di Palermo.

Il programma del Fudda Fest 2023

Giovedì 26 ottobre

La manifestazione inizia alle 10:00 con visite guidate allo stabilimento Tutone, famoso per il suo storico anice, e al Teatro dei Pupi Cuticchio.

Nel Village enogastronomico, gli ospiti potranno degustare una vasta gamma di prelibatezze, tra cui birre artigianali, sfincione con l’antica ricetta bagherese, panini con porchetta, mortadella, salsiccia e hamburger di suino nero dei Nebrodi, pane con panelle, crocchette e milza, polpette di carne di cavallo, biscotti e bibite tipiche siciliane.

Una novità eccezionale è il “Provolo,” un panino con cotoletta di provola dei Nebrodi. Gli ospiti potranno anche assaporare arrosticini, asado, arancine gourmet, amaro alla birra, prodotti a base di tartufo siciliano, conserve e confetture, insieme a bubbles waffle con gelato e granite artigianali. Inoltre, sono previsti prodotti senza glutine per rispondere alle esigenze di tutti i partecipanti.

Spettacoli con gli artisti di strada

Artisti di strada intratterranno il pubblico con spettacoli itineranti, mentre i più piccoli potranno godere di una zona truccabimbi, previa prenotazione, e della distribuzione gratuita di erbe aromatiche madonite a cura di Idimed. Non mancherà una masterclass sull’aperitivo siciliano Tutone abbinato a formaggi artigianali presso il caseificio urbano di via Vittorio Emanuele, CheeseLab.


Venerdì 27 ottobre

Il programma prosegue con le quotidiane visite guidate allo stabilimento Tutone e al Teatro dei Pupi Cuticchio, insieme a un rinnovato trionfo di gusto al Village.

Nel pomeriggio, alle 14.30, i visitatori potranno partecipare a un entusiasmante walking tour a cura di Cassata Travel, un’occasione per scoprire i segreti di Palermo attraverso una passeggiata guidata da una guida turistica autorizzata. Alle 17.30 è prevista una masterclass sulla birra artigianale del Birrificio Li Patarnosci presso Biga-Genio & Farina di via Amari e alle 18.00 uno show cooking sui formaggi siciliani presso il caseificio urbano CheeseLab.

Sabato 28 ottobre

 Ancora visite guidate allo stabilimento Tutone e al Teatro dei Pupi, con il Village enogastronomico animato da una street band itinerante. Sarà anche possibile partecipare a un truccabimbi e a masterclass sui vini biologici e biodinamici abbinati a formaggi siciliani a cura di Stefania Lena enologa di Abbazia Santa Anastasia presso CheeseLab, oltre a un’altra dedicata alla birra artigianale di Terre a Sud Est presso Biga-Genio&Farina.

Domenica 29 ottobre

La manifestazione si conclude con un’ultima giornata di sapore e cultura, comprendente – oltre al village enogastronomico – due masterclass sulla birra artigianale del birrificio del Genio una presso Biga-Genio&Farina con abbinamenti di pizza e un’altra presso CheeseLab con abbinamenti di formaggi siciliani.

Gli orari del Village a Piazza Camilleri

giovedì 26 ottobre 10.00 – 00.30
venerdì 27 ottobre 10.00 – 00.30
sabato 28 ottobre 17.00 – 00.30
domenica 29 ottobre 10.00 – 00.30

I prezzi per accedere al Fudda Fest e per le degustazioni

L’accesso al Village enogastronomico è gratuito, mentre la consumazione è facoltativa e a pagamento direttamente agli stand. La degustazione delle bibite è consentita attraverso l’uso del bicchiere ufficiale “Fudda Fest”, disponibile al costo di €3,00 alle casse e riutilizzabile per tutta la durata dell’evento ma anche al Cefalù Beer Fest 2024, un piccolo gesto per aiutare l’ambiente riducendo la dispersione di plastica durante le manifestazioni.

Come prenotare le attività gratuite

Le attività gratuite o con contributo possono essere prenotate tramite il link fuddafest.eventbrite.it.

Di Dario Raffaele

Giornalista professionista dal 2009 e Social media manager, mi piace definirmi un Social media journalist. Specializzato nel settore travel, amo raccontare emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *