Entra nel vivo la 44esima edizione dell’Infiorata di Noto che prenderà il via ufficialmente venerdì 19 maggio per concludersi martedì 23 maggio. Tema della manifestazione sarà “Noto è cinema”.

Il programma

Martedì 16 maggio alle ore 16 inizierà l’allestimento dell’infiorata con la realizzazione dei disegni sul selciato di via Corrado Nicolaci, la strada della cittadina barocca in provincia di Siracusa, patrimonio mondiale Unesco dal 2002, che ospita questa storica manifestazione. I bozzetti vengono disegnati con dei gessetti che resteranno sul selciato oltre la data di chiusura della manifestazione.

I fiori utilizzati

Dopo due giorni inizierà il taglio dei fiori che verranno posati con grande maestria all’interno dei disegni. Ogni anno vengono utilizzati circa 400.000 fiori che provengono per la maggior parte dallo stesso territorio del Val di Noto.

Tra i fiori più utilizzati vi sono: crisantemi, gerbere, garofani, margherite, rose e fiori di campo tipici del mese di maggio. Inoltre, i maestri infioratori ricorrono spesso all’utilizzo di: finocchietto, lentisco, rametti, foglie e steli, crusca, riso, torba, legumi, carrube, tufo nero di caffè.

L’inaugurazione dell’infiorata

Venerdì 19 maggio alle ore 15:30 è prevista l’inaugurazione dell’infiorata (con il riempimento dei bozzetti con i fiori) che sarà aperta al pubblico da sabato 20 maggio a martedì 23. Sabato e domenica sarà possibile assistere ai quadri dell’infiorata dalle 9 del mattino alle 2 di notte, lunedì e martedì sino alla mezzanotte.

Eventi collaterali all’Infiorata

Nei giorni precedenti e successivi, nei luoghi storici della cittadina barocca sarà un fiorire di eventi collaterali: da mostre a concerti e incontri che avranno come tema principale “Noto è cinema”.

Durante la domenica, è possibile assistere al Corteo Barocco che da Piazza Mazzini e per tutto il centro storico vedrà sfilare circa 200 persone che indossano gli abiti tipici dei nobili del ‘700, delle dame, dei cavalieri, dei monsignori, dei popolani.

Accanto a loro l’Associazione Sbandieratori Città di Noto sfilerà per le vie della città fino a raggiungere il centro storico per una performance molto suggestiva.

I 16 bozzetti dell’Infiorata di Noto

I Maestri Infioratori riproporranno, nei 16 bozzetti infiorati (dalle dimensioni di 4 X 7 metri), scene tratte da 16 film e serie TV, scelti fra le decine di Produzioni che hanno visto Noto e i luoghi più suggestivi del suo immenso territorio, come set cinematografico.

La tradizione vuole che il primo riquadro, da cui parte il lungo tappeto di fiori in via Nicolaci, sia destinato allo “stemma della città”, realizzato dagli alunni del Liceo Artistico “Matteo Raeli” di Noto.

L’origine dell’infiorata di Noto

Dal 1980, all’interno della cittadina capitale del Barocco, cornice di monasteri, chiese, palazzi, fontane e piazze, massima espressione dell’architettura barocca, viene realizzata l’Infiorata di Noto. La manifestazione ebbe origine dall’incontro di maestri infioratori netini e genzanesi (della città di Genzano in cui si sviluppò questa innovativa tecnica pittorica).

Da allora, ogni anno, durante la terza settimana di maggio, Noto si riempie di veri e propri tappeti di fiori che vogliono celebrare il saluto alla primavera.

Il tema dell’Infiorata 2023

Il “tema dell’Infiorata” cambia ogni anno: negli ultimi anni, prima della pausa forzata dovuta al Covid, i temi scelti per l’infiorata di Noto sono stati “Cina in fiore: le vie della seta” (2018), “Vieni ca ti cuntu – Storie di Siciliani in America” (2019); mentre il tema dell’ultima edizione (2022) ha celebrato il ventennale dell’iscrizione della Città di Noto nella Heritage List dei patrimoni Unesco. Per questa a edizione è stato scelto il tema “Noto è Cinema”.

Le ultime produzioni che hanno avuto sede a Noto sono state, in ordine di tempo, “The White Lotus 2” (vincitrice dei Golden Globe 2023) ed il colossal “Cyrano”.

Costo del biglietto e come acquistarlo

Il ticket d’ingresso è di € 3,50, per le scolaresche di ogni ordine e grado € 2,50. Gratuito per i residenti e i minori di 12 anni accompagnati dai genitori.

I biglietti dell’Infiorata 2023 sono acquistabili direttamente presso l’Info Point di Noto di Corso Vittorio Emanuele 135, tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00. Oppure online al seguente link: https://www.webtic.it/#/home?action=loadLocal&localId=5698, con una maggiorazione per diritto di preventiva di 0.60 centesimi.

Il biglietto ridotto di € 2.50, riservato alle scuole, potrà essere acquistato esclusivamente presso l’Info Point di Noto.

Il biglietto dà diritto all’accesso al percorso stabilito e delimitato di Via Nicolaci, sulla quale insistono le creazioni artistico-floreali dell’Infiorata.

Il Val di Noto

Il termine Val di Noto risale al periodo della dominazione araba, quando Noto aveva funzione di “capovalle” cioè di centro amministrativo di riferimento. Il sito, massima espressione del Barocco, comprende i centri storici di Noto, Caltagirone e Ragusa; aree urbane di Catania e Scicli e alcuni monumenti situati a Militello Val di Catania, Modica e Palazzolo Acreide. Le otto città furono tutte ricostruite dopo il devastante terremoto del 1693 che colpì la Sicilia orientale. L’opera di ricostruzione rappresentò un grande successo di impegno collettivo di realizzazione architettonica e artistica, premiato con il riconoscimento Unesco nel 2002.

Di Dario Raffaele

Giornalista professionista dal 2009 e Social media manager, mi piace definirmi un Social media journalist. Specializzato nel settore travel, amo raccontare emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *