passeggeri in partenza dall'aeroporto di Catania

Prendere l’aereo per andare in vacanza è sempre emozionante ma a volte può mettere un po’ di ansia. Dai continui ritardi dei voli alle interminabili code ai controlli di sicurezza, infatti, l’esperienza dell’aeroporto può diventare stressante anche per i viaggiatori più esperti.

Come fare, allora, per non andare fuori di testa? Per aiutarti nel tuo prossimo viaggio Skyscanner ha pensato a una lista di consigli utili per minimizzare gli imprevisti e vivere l’aeroporto in modo più tranquillo e rilassato.

1. Munirsi di un cavo di ricarica USB-A

Un telefono scarico può essere molto stressante al momento di partire. Il telefono ha l’app con i libri che vorresti leggere, 4 episodi della tua serie preferita scaricati e un paio di giochi. Niente telefono significa cinque ore a fissare lo schienale del sedile di fronte (o peggio, ad ascoltare il russare della persona di fianco a te). Come evitare questo spiacevole inconveniente? Portando con te un cavo USB-A per caricare il tuo telefono, naturalmente! Praticamente tutti gli aeroporti e gli aerei sono dotati di questo tipo di presa e avere un cavo con te ti permetterà di ricaricare il tuo smartphone ed evitare la noia durante il volo.

2. Portare il caricabatterie portatile

Come detto, quando voliamo è fondamentale che i nostri dispositivi elettronici siano sempre carichi e pronti all’uso. Per evitare che il tuo smartphone e gli altri dispositivi elettronici si scarichino del tutto, uno fra i più gettonati trucchi di viaggio consiste nel portare con te un caricabatterie portatile. Con un caricabatterie portatile non dovrai mai preoccuparti di cercare una presa di corrente se la batteria del tuo telefono dovesse scendere sotto a livelli “pericolosi” (cosa molto probabile in viaggio).

3. Avere una bottiglia vuota e uno spazzolino da denti

Come saprai, è vietato portare con sé liquidi oltre i controlli di sicurezza, anche se è consentito portare una bottiglia o bottiglietta d’acqua vuota. Quindi segui questo consiglio! Non gettare l’intera bottiglia ai controlli di sicurezza dell’aeroporto: piuttosto, svuotane il contenuto e conservala, per poi riempirla alle fontanelle una volta superati i controlli. In questo modo risparmierai denaro e contribuirai a salvaguardare l’ambiente riducendo il consumo di plastica monouso (consiglio pratico e sostenibile!).

4. Indossare le scarpe e i vestiti più ingombranti

Metti in valigia tutti i vestiti che ti servono ma, se il responsabile al check-in dovesse avere qualcosa da dire sul peso o la dimensione del tuo bagaglio (cercando di farti pagare un supplemento) prova ad indossare i tuoi indumenti più ingombranti (soprattutto scarpe, cappotti e maglioni). Una volta a bordo, poi, potrai chiaramente toglierteli. Tecnicamente nessuno potrà dire nulla sul fatto che hai indossato i vestiti che avevi nel bagaglio e, cosa più importante, nessuno potrà addebitarti alcun costo extra.

5. Richiedere in anticipo un’eventuale assistenza speciale

I passeggeri con disabilità possono avere problemi a muoversi in aeroporto e a superare le necessarie procedure di sicurezza. In questo caso, vale la pena di richiedere un’assistenza speciale. Grazie alla presenza di un addetto aeroportuale, le persone con disabilità uditive, visive, psicologiche o fisiche possono superare agevolmente l’intero processo di preparazione e imbarcarsi in sicurezza. Prenotare in anticipo questo tipo di assistenza può farti risparmiare tempo una volta in aeroporto.

6. Fare la fila per il check-in più vicina al banco business

Nei giorni in cui gli aeroporti sono affollati, le code ai banchi del check-in possono diventare lunghe e stressanti. Un trucco intelligente può essere quello di mettersi nella fila per il check-in più vicina a quella riservata ai viaggiatori business e di prima classe. Se la fila normale si allunga, gli addetti al check-in potrebbero far cenno a qualche passeggero economy di passare direttamente alla fila business, per smaltire più velocemente la coda accumulata. Ovviamente non ti garantiamo niente ma… tentar non nuoce!

7. Controllare se la carta di credito dà accesso alla lounge

Quando il tuo viaggio ti costringe a passare molto tempo in aeroporto le lounge aeroportuali possono trasformarsi in vere e proprie oasi di salvezza in cui trascorrere il tempo di attesa in un ambiente tranquillo e confortevole. L’unico inconveniente è che, generalmente, l’accesso a queste lounge ha un costo. Per questo motivo, controlla sempre se la tua carta di credito offre accesso gratuito alle lounge del tuo aeroporto. Molti circuiti di pagamento offrono questo servizio ai propri clienti e, dovessi aver fortuna, potrai accedere semplicemente mostrando agli addetti la tua carta di credito.

8. Prenotare l’accesso alla lounge in alta stagione

Se sai già di voler usufruire della lounge per mangiare qualcosa in tranquillità, rilassarti o semplicemente darti una rinfrescata ti consigliamo di prenotare il tuo accesso in anticipo. Soprattutto in alta stagione le lounge degli aeroporti vengono letteralmente prese d’assalto dai viaggiatori ed è possibile che, una volta in aeroporto, ti venga negato l’accesso per mancanza di posti disponibili. Puoi prenotare il tuo accesso in anticipo facilmente online tramite il sito web dell’aeroporto o della compagnia aerea con cui voli.

9. Non fare affidamento sul Wi-Fi dell’aeroporto

Oltre ad una batteria carica, come abbiamo visto, per fruire appieno dei nostri dispositivi abbiamo spesso bisogno che siano collegati ad una rete Internet. La maggior parte degli aeroporti mette a disposizione una rete Wi-Fi libera ma la verità dei fatti è che la connessione lascia spesso a desiderare. Quindi? Scarica in anticipo sul tuo smartphone la tua carta d’imbarco e tutti i contenuti multimediali (film, serie, libri e canzoni) che ti interessano per avere la certezza di poterteli godere senza problemi.

10. Cercare i punti dove riposare in aeroporto

Cosa fare se hai uno scalo di molte ore o se il tuo volo è in ritardo? Anche se la tentazione di dormire sui sedili delle sale d’aspetto può essere alta, c’è una soluzione migliore: gli sleeping pods! Gli sleeping pods (chiamati anche nap pods) sono dormitori aeroportuali che offrono ai viaggiatori un posto dove poter riposare e dormire. Si tratta di letti a forma di capsula, presenti in diversi aeroporti del mondo. Questi dormitori sono spesso dotati di scomparto per i bagagli, prese di corrente per ricaricare dispositivi elettronici, una luce per leggere e, a volte, una rete WiFi pubblico per potersi connettere ad Internet.

11. Ricordare il cuscino da viaggio

E se le sleeping pods non dovessero essere disponibili nel tuo aeroporto? Un consiglio che vale sempre oro è quello di portare con sé un cuscino da viaggio. Non dovessi trovare un posto in cui schiacciare un pisolino in una posizione comoda un cuscino da viaggio può letteralmente salvarti la vita (oltre che la cervicale). Ah, dimenticavamo: puoi anche riempirlo con intimo e calzini per recuperare spazio prezioso nel tuo bagaglio a mano!

12. Prepararsi al cambio di fuso orario

Nei viaggi a lungo raggio spostare l’ora in cui vai a letto in avanti o indietro di qualche ora nei giorni precedenti al tuo volo può davvero aiutarti a combattere il fastidioso jet lag. Anche regolare gli orari dei pasti contribuirà a combattere i famosi attacchi di fame nei gate dell’aeroporto in cui stai facendo scalo o, peggio ancora, nel cuore della notte. Poco prima di partire, ricorda anche di regolare il tuo orologio sul fuso orario di destinazione del tuo volo, per evitare di fare confusione una volta arrivato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *