Tower of London

Incantesimi, fantasmi e altre creature misteriose: con le sue atmosfere dark, Halloween ha in sé tutti gli elementi necessari per regalare emozioni anche ai più impavidi cacciatori di brividi.

Per celebrare la notte più infestata dell’anno, la compagnia aerea Vueling, parte del gruppo IAG, propone tre itinerari da brivido in città europee che nelle loro vie, palazzi e torri nascondono ancora storie e leggende avvolte dal mistero: fantasmi di uomini e animali, oscuri segreti e fenomeni paranormali…

Londra, il fascino dark di pub e fantasmi

La capitale inglese, con il suo fascino inafferrabile, è la meta ideale per un viaggio all’insegna del terrore per la notte più spaventosa dell’anno. Tra le tappe imperdibili in tal senso, non si può non partire dalla famosa Tower of London, luogo infestato dai fantasmi di diversi prigionieri illustri giustiziati, tra cui Anna Bolena, seconda moglie di Enrico VIII decapitata nel 1536. Si prosegue poi al The London Dungeon, attrazione che vi farò scoprire le segrete (e i segreti) della città, grazie anche ad attori dal vivo… consigliato per i cuori più intrepidi.

Tante le storie di fantasmi che infestano anche alcuni tra i luoghi più tipici di Londra, i suoi famosi pub. Tra questi, sicuramente da non perdere è il Ten Bells, frequentato dal famigerato Jack The Ripper (Jack lo Squartatore): si dice che in questo locale continui a essere visitato dal fantasma di una delle sue vittime più celebri, Annie Chapman. Sono ben tre, invece, gli spiriti che si aggirano al The Spaniards Inn ad Hampstead, menzionato in “Dracula” di Bram Stoker; questo pub del XVI secolo vide la morte dei due suoi primi proprietari, fratelli, durante un duello a colpi di spada per questioni di donne e continua ad essere frequentato anche dallo spirito del bandito Dick Turpin insieme al suo cavallo.

Dall’Italia, Londra è raggiungibile con Vueling grazie a 14 voli settimanali da Firenze, 2 da Genova e 18 da Firenze.

Copenhagen, eleganti palazzi e castelli infestati

The old Rosenborg Castle and surrounding gardens, Copenhagen

Se a Londra a essere infestati sono i pub, a Copenhagen le strade di Halloween portano a scoprire i suoi eleganti palazzi e imponenti castelli. Ad esempio, nel centro della città, immerso in giardini idilliaci, si trova il Palazzo di Frederiksberg: bellissimo a vedersi, ma all’interno nasconde oscuri segreti e anime inquiete, come quella del re Federico VI in persona. Anche il Castello di Rosenborg ospita qualcosa di ben più misterioso dei preziosi gioielli della corona: il fantasma di un gatto, che si narra appartenesse a una guardia reale rimasta uccisa in un incidente di tiro.

Un’esperienza indimenticabile per la notte del 31 ottobre è una visita ai Giardini di Tivoli, il parco di divertimenti di Copenhagen risalente al 1843, tra i più antichi al mondo: per l’occasione, tutto il parco si traveste con le decorazioni classiche e aspetta i suoi visitatori tra ragnatele, balle di fieno e zucche disseminate ovunque.

Infine, i più audaci potranno fare un salto al Museo della Medicina: un’esperienza non adatta a tutti, con pezzi rari di una vasta collezione da rabbrividire, come organi umani e altre parti del corpo perfettamente conservati, feti e strumenti medici dei tempi in cui le operazioni senza dolore erano un lontano miraggio.

Dall’Italia, Copenhagen è raggiungibile con Vueling grazie a 12 voli settimanali in connessione da Barcellona.

Amsterdam, a spasso con gli spiriti di Blood Street

Untitled design – 1

Anche la capitale olandese in fatto di paranormale non ha niente da invidiare ad altre città. Chi fosse in cerca di un’immersione nella storia locale, sempre a tema Halloween, si può recare a Dam Square, una piazza che, durante l’Inquisizione nel XVI secolo, fu teatro di oltre un migliaio di esecuzioni pubbliche, per lo più roghi di streghe. Ancor oggi si dice che diversi spiriti senza pace vaghino per la piazza. Affacciata lungo uno dei noti canali della città, anche la torre Montelbaanstoren è dimora di antichi fantasmi: in questo caso, si tratta di un’intera famiglia, uccisa mentre cercava di salvarsi fuggendo verso la struttura difensiva.

Ma il luogo più sanguinolento della città è Bloedstraat (Blood Street), a partire già dal nome: una viuzza nel cuore del quartiere a luci rosse che collega la piazza di Nieuwmarkt al canale più antico di Amsterdam. Alcuni sostengono che il suo macabro nome derivi dal sangue dei prigionieri giustiziati, che scorreva dalla piazza al canale, mentre altre fonti collegano la strada al monastero francescano che un tempo sorgeva in questo sito, dove nel XVI secolo si riuniva il famigerato Bloedraad (Consiglio del Sangue) per discutere del macabro destino degli eretici accusati. In ogni caso, gli spiriti dei giustiziati continuano ad aggirarsi inquieti per Blood Street.

Dall’Italia, Amsterdam è raggiungibile con Vueling grazie a 6 voli settimanali da Firenze.

Di Dario Raffaele

Giornalista professionista dal 2009 e Social media manager, mi piace definirmi un Social media journalist. Specializzato nel settore travel, amo raccontare emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *